17. 01. 10
posted by: Trevor S.r.l.
Visite: 6941

Pubblicata il 21 novembre 2016 la nuova versione aggiornata e definitiva della Tassonomia XBRL denominata PCI2016-11-14, rivolta alle imprese di capitali che redigono i bilanci secondo le disposizioni codicistiche.

Ci sono tre importanti novità: l’introduzione del bilancio per le micro-imprese con relativi schemi quantitativi e commento testuale in calce; il rendiconto finanziario diventa prospetto quantitativo a sè stante e non più tabella di Nota integrativa come nella precedente versione tassonomica; il bilancio consolidato rimane confinato ai soli schemi quantitativi (senza Nota integrativa strutturata in XBRL).

In particolare, sono stati pubblicati: il documento descrittivo della nuova Tassonomia (prospetti e Nota integrativa); il formato XBRL della Tassonomia scaricabile; il documento realizzato per orientare gli operatori e mantenere traccia delle modifiche via via effettuate rispetto alle precedenti versioni di tassonomia; lo schema che evidenzia lo sviluppo complessivo della tassonomia, per avere una panoramica della struttura della tassonomia nelle diverse fattispecie di bilanci (micro, abbreviato, ordinario e consolidato).

I documenti proposti hanno ottenuto il parere favorevole a cura dell’Oic (Organismo italiano di contabilità).

La nuova tassonomia si applicherà obbligatoriamente ai bilanci chiusi il 31 dicembre 2016 o successivamente.

17. 01. 10
posted by: Trevor S.r.l.
Visite: 7101

L’Organismo Italiano di Contabilità (OIC) ha pubblicato in data 21 dicembre 2016 nella versione definitiva i nuovi Principi Contabili. I documenti oggetto di aggiornamento a seguito delle novità introdotte dal D.Lgs. n. 139/2015, hanno rilevanza a decorrere dai bilanci relativi all’esercizio 2016. Diverse le novità, tra cui l’eliminazione della sezione straordinaria del conto economico, l’introduzione del criterio del costo ammortizzato per la rilevazione e la valutazione dei crediti, definizione di fair value. Tutti i principi contabili hanno tenuto conto anche della modalità di redazione del bilancio in forma abbreviata e del bilancio per le micro-imprese.

I nuovi Principi Contabili sono applicabili a partire dal 1° gennaio 2016 e quindi sui bilanci d’esercizio che saranno presentati nel 2017.

L’Organismo Italiano di contabilità (OIC) ha dovuto aggiornare i principi contabili nazionali sulla base delle disposizione contenute nel D.Lgs. n. 139/2015 (che ha recepito la direttiva europea n. 34/2013/UE) il quale ha introdotto alcune norme contabili nuove che hanno richiesto:
- la rivisitazione del piano dei conti adattandolo alle esigenze dettate dalla nuova normativa e tenendo conto delle nuove richieste per la Nota integrativa;
- l’adeguamento ad alcune disposizioni tributarie (ad esempio, la contabilizzazione degli strumenti finanziari derivati con valutazione a fair value).

La novità principale è che tutti i principi contabili hanno tenuto conto anche della modalità di redazione del bilancio in forma abbreviata (ex art. 2435-bis c.c.) e dei bilanci per le micro-imprese (ex art. 2435-ter c.c.).

A seguito di tali novità, sono stati aggiornati i seguenti Principi Contabili:
- OIC 9 Svalutazioni per perdite durevoli di valore delle immobilizzazioni materiali e immateriali
- OIC 10 Rendiconto finanziario
- OIC 12 Composizione e schemi del bilancio d’esercizio
- OIC 13 Rimanenze
- OIC 14 Disponibilità liquide
- OIC 15 Crediti
- OIC 16 Immobilizzazioni materiali
- OIC 17 Bilancio consolidato e metodo del patrimonio netto
- OIC 18 Ratei e risconti
- OIC 19 Debiti
- OIC 20 Titoli di debito
- OIC 21 Partecipazioni
- OIC 23 Lavori in corso su ordinazione
- OIC 24 Immobilizzazioni immateriali
- OIC 25 Imposte sul reddito
- OIC 26 Operazioni, attività e passività in valuta estera
- OIC 28 Patrimonio netto
- OIC 29 Cambiamenti di principi contabili, cambiamenti di stime contabili, correzione di errori, fatti intervenuti dopo la chiusura dell’esercizio
- OIC 31 Fondi per rischi e oneri e Trattamento di Fine Rapporto

E’ stato inoltre emesso il nuovo principio contabile OIC 32 Strumenti finanziari derivati.

Come detto, tali Principi si applicano ai bilanci relativi agli esercizi aventi inizio a partire dal 1° gennaio 2016.

Sono rimasti invariati, rispetto alla versione ante 2016, i seguenti Principi:
- OIC 2 (2005)
- OIC 4 (2007)
- OIC 5 (2008)
- OIC 6 (2011)
- OIC 7 (2013)
- OIC 8 (2013)
- OIC 11 (2005)

Tutti i Principi Contabili attualmente in vigore sono disponibili sul Sito della Fondazione OIC al seguente indirizzo: www.fondazioneoic.eu.

15. 12. 06
posted by: Trevor S.r.l.
Visite: 6897

Pubblicato in GU del 30 novembre 2015 il decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze del 18 novembre 2015 "Modifica del decreto 21 novembre 2001 relativo alla individuazione degli Stati o territori a regime fiscale privilegiato". Nell'ambito delle novità introdotte dalla Legge di Stabilità (Legge n.190/2014), che ha modificato a partire dal 2015 i criteri di individuazione dei Paesi a fiscalità privilegiata, il decreto del MEF ha soppresso lo Stato di Hong Kong dall'elenco previsto all'art.1, co.1, Decreto Mef 21 novembre 2001.

16. 02. 02
posted by: Trevor S.r.l.
Visite: 7918

Il Ministero dell'Economia e delle Finanze nel corso di Telefisco 2016 ha precisato che il nuovo limite dei 3mila euro per l'uso del contante si applica esclusivamente ai trasferimenti effettuati dal 1° gennaio 2016.
L'innalzamento del limite per l'utilizzo del contante, disposto dall'art. 1, comma 898, della legge di Stabilità 2016 (legge 28 dicembre 2015, n. 208), non trascina con sé il principio del favor rei: restano quindi sanzionabili i trasferimenti in contanti per importi superiori al limite di 999,99 euro, che siano stati effettuati fino al 31 dicembre 2015.

15. 12. 06
posted by: Trevor S.r.l.
Visite: 6810

L'Agenzia per l'Italia digitale ha pubblicato sul proprio sito la nuova tassonomia XBRL, aggiornata per i bilanci 2015. Ricordiamo le novità previste per i bilanci dal 2016: introduzione dell'obbligo di redazione del rendiconto finanziario per le società di rilevanti dimensioni; eliminazione dei conti d'ordine; variazioni ad alcuni principi di redazione del bilancio; variazioni nella valutazione delle voci; variazioni al contenuto della nota integrativa; introduzione del concetto di micro-impresa e relativo bilancio; modifiche agli schemi di bilancio. La data a partire dalla quale sarà possibile utilizzare la nuova tassonomia dovrà essere resa ufficiale da apposito avviso del MISE, pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

torna su