Glossary

Eccezione

Una risposta che indica una differenza tra le informazioni per le quali è stata richiesta conferma, o contenute nelle registrazioni dell’impresa, e quelle fornite dal soggetto circolarizzato.

Elementi probativi

Le informazioni utilizzate dal revisore per giungere alle conclusioni su cui egli basa il proprio giudizio. Gli elementi probativi comprendono sia le informazioni contenute nelle registrazioni contabili sottostanti il bilancio sia altre informazioni. (Si veda Sufficienza degli elementi probativi e Appropriatezza degli elementi probativi).

Engagement team

Compongono il Team dell’incarico (Engagement Team) il responsabile dell’incarico, i partner e il personale professionale che partecipano allo svolgimento dell’incarico e le persone eventualmente impiegate dal soggetto abilitato alla revisione ovvero da un altro soggetto appartenente alla rete che svolgono procedure relative all’incarico.

Ente consociato

Un ente che si caratterizza per una delle seguenti relazioni con il cliente:

  1. un ente che esercita un controllo diretto o indiretto sul cliente se il cliente è rilevante per tale ente;
  2. un ente con un interesse finanziario diretto nel cliente, se tale ente ha un’influenza notevole sul cliente e l'interesse nel cliente è rilevante per tale ente;
  3. un ente su cui il cliente ha un controllo, diretto o indiretto;
  4. un ente in cui il cliente, o un ente controllato dal cliente ai sensi della precedente lettera c), ha un interesse finanziario diretto che gli attribuisce un'influenza notevole su tale ente, e l'interesse è rilevante per il cliente e per il suo ente controllato;
  5. un ente che è sotto il comune controllo con il cliente se tale ente e il cliente sono entrambi rilevanti per l’ente che li controlla.
Ente di Interesse Pubblico

Sono entità, individuate dall’articolo 16 del d.lgs. 39/2010, che presentano un significativo interesse pubblico a causa della loro attività, delle loro dimensioni, del numero dei dipendenti o perché per loro natura presentano un interesse per un’ampia platea di soggetti. Sono qualificati, in particolare, quali enti di interesse pubblico:

  1. le società italiane emittenti valori mobiliari ammessi alla negoziazione su mercati regolamentati italiani e dell'Unione europea e quelle che hanno richiesto tale ammissione alla negoziazione;
  2. le banche;
  3. le imprese di assicurazione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera u), del codice delle assicurazioni private;
  4. le imprese di riassicurazione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera cc), del codice delle assicurazioni private, con sede legale in Italia, e le sedi secondarie in Italia delle imprese di riassicurazione extracomunitarie di cui all'articolo 1, comma 1, lettera cc-ter), del codice delle assicurazioni private;
  5. le società emittenti strumenti finanziari, che, ancorche' non quotati su mercati regolamentati, sono diffusi tra il pubblico in maniera rilevante;
  6. le società di gestione dei mercati regolamentati;
  7. le società che gestiscono i sistemi di compensazione e di garanzia;
  8. le società di gestione accentrata di strumenti finanziari;
  9. le società di intermediazione mobiliare;
  10. le società di gestione del risparmio;
  11. le società di investimento a capitale variabile;
  12. gli istituti di pagamento di cui alla direttiva 2009/64/CE;
  13. gli istituti di moneta elettronica;
  14. gli intermediari finanziari di cui all'articolo 107 del TUB.

Sono, altresì, enti di interesse pubblico le società controllate da enti di interesse pubblico, le società che controllano enti di interesse pubblico e le società sottoposte con questi ultimi a comune controllo individuati con regolamento dalla Consob, d'intesa con la Banca d'Italia e l'Isvap, in relazione alla rilevanza dell’interesse pubblico, all’accuratezza e affidabilità dell’informativa finanziaria.

Ente di revisione di un Paese terzo

Un ente che, indipendentemente dalla sua forma giuridica, effettua la revisione dei conti annuali o dei conti consolidati di una società avente sede in un Paese terzo.

Enti di Interesse Pubblico

Sono Enti di Interesse Pubblico le società appartenenti ad alcune categorie, indicate espressamente dalla legge, per le quali, in considerazione della particolare visibilità e importanza economica, la revisione legale viene assoggettata a obblighi più rigorosi. In base all’art. 16, comma 1, D.Lgs. n. 39/2010, sono Enti di Interesse Pubblico:

  1. le società italiane emittenti valori mobiliari ammessi alla negoziazione su mercati regolamentati italiani e dell'Unione europea e quelle che hanno richiesto tale ammissione alla negoziazione;
  2. le banche;
  3. le imprese di assicurazione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera u), del codice delle assicurazioni private;
  4. le imprese di riassicurazione di cui all'articolo 1, comma 1, lettera cc), del codice delle assicurazioni private, con sede legale in Italia, e le sedi secondarie in Italia delle imprese di riassicurazione extracomunitarie di cui all'articolo 1, comma 1, lettera cc-ter), del codice delle assicurazioni private;
  5. le società emittenti strumenti finanziari, che, ancorché non quotati su mercati regolamentati, sono diffusi tra il pubblico in maniera rilevante;
  6. le società di gestione dei mercati regolamentati;
  7. le società che gestiscono i sistemi di compensazione e di garanzia;
  8. le società di gestione accentrata di strumenti finanziari;
  9. le società di intermediazione mobiliare;
  10. le società di gestione del risparmio;
  11. le società di investimento a capitale variabile;
  12. gli istituti di pagamento di cui alla direttiva 2009/64/CE;
  13. gli istituti di moneta elettronica;
  14. gli intermediari finanziari di cui all'articolo 107 del TUB
Errore

Una differenza tra l’importo, la classificazione, la presentazione o l’informativa di una voce iscritta in un prospetto di bilancio e l’importo, la classificazione, la presentazione o l’informativa richiesti per tale voce affinché sia conforme al quadro normativo sull’informazione finanziaria applicabile. Gli errori possono essere originati da comportamenti o eventi non intenzionali o da frodi. Laddove il revisore esprima un giudizio in merito al fatto se il bilancio sia rappresentato correttamente, in tutti gli aspetti significativi, ovvero fornisca una rappresentazione veritiera e corretta, gli errori comprendono anche quelle rettifiche a importi, classificazioni, presentazioni o informative che, a giudizio del revisore, sono necessarie affinché il bilancio sia rappresentato correttamente in tutti gli aspetti significativi, ovvero fornisca una rappresentazione veritiera e corretta.

Errore accettabile

Un importo monetario stabilito dal revisore rispetto al quale egli cerca di acquisire un appropriato livello di sicurezza sul fatto che tale importo stabilito dal revisore non sia superato dall’errore effettivo nella popolazione.

Errore nella rappresentazione dei fatti

Altre informazioni che non sono riferite al contenuto del bilancio oggetto di revisione, formulate o rappresentate in modo non corretto. Un errore significativo nella rappresentazione dei fatti può inficiare la credibilità del documento che contiene il bilancio oggetto di revisione contabile.

Errori non corretti

Errori che il revisore ha complessivamente identificato nel corso della revisione contabile e che non sono stati corretti.

Esame di idoneità professionale

Esame finalizzato ad accertare il possesso delle conoscenze teoriche necessarie all’esercizio della revisione legale e della capacità di applicare concretamente tali conoscenze. Il superamento dell’esame, unitamente al possesso degli altri requisiti previsti dalla normativa, abilita il soggetto all’iscrizione nel Registro e all’esercizio della revisione legale.

Esperto del revisore

Una persona o un’organizzazione in possesso di competenze in un settore diverso da quello della contabilità o della revisione, il cui lavoro in tale settore è utilizzato dal revisore per assisterlo nell’acquisire elementi probativi sufficienti ed appropriati. L’esperto del revisore può essere un esperto interno (che è un partner o un membro del personale professionale, incluso il personale a tempo determinato, del soggetto incaricato della revisione o di altro soggetto appartenente alla rete), ovvero un esperto esterno.

Esperto della direzione

Una persona o un’organizzazione in possesso di competenze in un settore diverso da quello della contabilità o della revisione, il cui lavoro in tale settore è utilizzato dall’impresa per assisterla nella redazione del bilancio.

Esperto esterno

Un soggetto (che non sia un partner o un membro del personale professionale, inclusi i collaboratori temporanei del soggetto abilitato alla revisione ) o un'organizzazione in possesso di capacità, conoscenze ed esperienze in un settore diverso da quello della contabilità o della revisione.

Eventi successivi

Gli eventi intervenuti tra la data di riferimento del bilancio e la data della relazione di revisione e i fatti di cui il revisore viene a conoscenza successivamente alla data della relazione di revisione.

torna su